La coppa di Nestore

La coppa in realtà è una kotyle o skyphos, con decorazione geometrica e due piccole anse impostate sotto l’orlo. La sua fama deriva dalla celebre iscrizione euboica che è una delle più antiche attestazioni di scrittura greca. Probabilmente proviene da Rodi. È stata rinvenuta nel 1954 da Giorgio Buchner presso la necropoli di San Montano a Ischia antica Pithecusa o Pithekoussai. Faceva parte del corredo funebre della tomba 168 appartenente ad un individuo maschile di 10- 13 anni. È stata datata tra 725 e 730 a.C.