Spirali, onde, ovoli e lancette

Bracciali e cavigliere dell’antichità spesso sono formati da una verga di bronzo piena a sezione circolare o semi-circolare con capi chiusi o aperti avvolti in più giri.

La superficie é decorata a tratteggio verticale o obliquo a volte alternato ad ovuli. Sono molto frequenti nelle sepolture del VIII-VII sec. a.C. le spirali a filo in bronzo o argento con le terminazioni a capi ondulati a cui pendono talvolta dischi di ambra. Le spirali sono inserite nelle spille oppure si rinvengono in posizione simmetrica ai lati del capo. Per questo vengono interpretate come orecchini, decorazioni dei capelli o fermatrecce. Straordinari sono ornamenti di forma simile ma in oro lavorati a filigrana, cioè con fili ritorti, attorcigliati, variamente curvati e saldati fra loro oppure su una striscia in lamina d’oro.